Un D’Annunzio inedito a Venezia

libro d-annunzio veneziaPresso il palazzo Barbaro Wolkoff sul Canal Grande (già residenza di Eleonora Duse), il ricercatore Filippo Caburlotto ho ritrovato un’inedita raccolta di scritti di Gabriele D’Annunzio. Si tratta di una serie di documenti, tra cui libri, lettere, fotografie e cartoline, totalmente sconosciuti e che sono oggi confluiti in un volume pubblicato da Leo S. Olschki di Firenze, col titolo: «Gabriele d’Annunzio, inediti 1922-1936».
Tra i documenti ritrovati emerge il carteggio tra il poeta e l’amica e confidente Maria Bellini Gritti in Lombardi (di nobile famiglia veneziana). Le lettere ripercorrono quattordici anni di rapporti tra D’Annunzio, la nobildonna, il figlio di lei, Franco, e Luisa Baccara, la pianista che rimase sempre a fianco del poeta, fino alla sua morte, nel 1938.

Presso gli storici i carteggi dannunziani hanno sempre ricevuto una particolare attenzione, sia per la grande fonte di informazioni biografiche, sia per la loro natura squisitamente letteraria. In quest’ottica il carteggio epistolario, si rivela particolarmente interessante per alcuni richiami al romanzo “Il Fuoco” e al “Libro segreto”, nonché per alcuni aspetti prettamente storici.

Filippo Caburlotto è ideatore e coordinatore scientifico del progetto internazionale Archivio D’Annunzio.

Annunci

Informazioni su veneziavive

Guida Turistica, Fotografo, Cuoco, Blogger. Walter's links
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...